PROGRAMMA MINISTRERIALE

TESTO DEL PROGRAMMA

MODULO DI ADESIONE

LIBERATORIA FOTO

 INFORMATAVA PRIVACY_SCUOLA

INFORMATIVA PRIVACY USR 20


NOTA: estratto dal programma: "Le famiglie degli studenti in mobilità dovranno, infine, stipulare un’assicurazione per la responsabilità civile  e danni verso terzi.

La  suddetta  stipula  è  condizione  indispensabile  per  la    partecipazione  al  progetto, come  previsto  dall’art.  4.6  degli  Accordi  di  rete  2020-2023,  pubblicati  sul  sito istituzionale    di    questo    USR    alla    pagina    dedicata    al    progetto

http://www.istruzionepiemonte.it/?page_id=46752

Per tutte le informazioni utili per l’ abbinamento degli studenti, è disponibile un form online, reperibile nell’area Istanze di questo sito USR, al link
https://istanze.istruzionepiemonte.it/?page_id=2541
Il  modulo  online  sarà  attivo dal  13  gennaio  al  6  marzo  2020."


TransAlp – Programme de mobilité individuelle de moyenne durée

en réciprocité

 

LINK AL SITO DEL PROGETTO

Accordo di rete

Accord de réseau

 

***

 

Ruolo e compiti delle famiglie ospitanti

Una famiglia ospitante in quanto tale non fornisce semplicemente vitto e alloggio, ma ha anche due ulteriori funzioni fondamentali per il benessere dell'alunno e la buona riuscita del suo soggiorno.

Intermediario

Il soggiorno in una famiglia ospitante rappresenta una parte molto importante del processo di apprendimento dell'alunno. Attraverso l'interazione quotidiana con la famiglia ospitante, l'alunno acquisisce preziose informazioni sulle differenze culturali nonché, nel caso di scambi all'estero, competenze in una lingua straniera. È pertanto importante che l'alunno non sia trattato come ospite o inquilino, ma venga integrato per quanto possibile nella vita familiare.

Potestà parentale

L'alunno è un giovane con poca o nessuna esperienza pregressa della cultura e delle mentalità del paese ospitante e, di conseguenza, avrà bisogno di aiuto in relazione a molti aspetti della vita quotidiana. Ciò implica fornire linee guida chiare per il suo comportamento, cos'è o meno accettabile, come farebbe un genitore o tutore.

Si sottolinea l’importanza del fatto che ad accogliere gli studenti sia un nucleo familiare, nell’ambito del quale sia presente almeno una persona adulta.

La famiglia ospitante deve esercitare la potestà genitoriale nei confronti dell'alunno ospitato durante l'intero soggiorno. In generale, la famiglia ospitante deve trattare l'alunno allo stesso modo in cui vorrebbe che il proprio figlio fosse trattato durante un soggiorno presso un'altra famiglia.

 

La famiglia ospitante deve impegnarsi a garantire vitto e alloggio per tutta la durata dello scambio. I pasti principali (colazione, pranzo e cena) possono essere consumati a casa o fuori casa, a scelta della famiglia, ma sono comunque a carico di chi ospita. Nella scelta degli alimenti è necessario tener conto di eventuali allergie o intolleranze alimentari segnalate dallo studente ospitato.

La famiglia ospitante deve inoltre garantire condizioni di accoglienza rispettose delle fondamentali regole igienico-sanitarie.

La famiglia ospitante si impegna inoltre affinché:

  • sia fornito un ambiente sicuro e accogliente, in modo da creare un rapporto di fiducia e amicizia tra lo studente e la famiglia;
  • faccia sentire l'alunno parte della famiglia, con gli stessi obblighi e privilegi degli altri membri;
  • lo studente ospitato sia incoraggiato, con gentilezza, ad adattarsi alle regole domestiche della famiglia;
  • lo studente ospitato non sia lasciato solo di notte;
  • conosca sempre il luogo in cui si trova l'alunno ospitato;
  • lo studente ospitato frequenti la scuola regolarmente e partecipi alle attività programmate dallo scambio;
  • lo studente ospitato non procuri danno a sé o ad altri sia durante la permanenza presso la propria abitazione, sia durante i tragitti da questa ai luoghi di incontro con il personale della scuola;
  • sia avvertito tempestivamente il docente referente della scuola ospitante qualora si presentino criticità nella permanenza dello studente presso la propria famiglia;
  • non sia interrotto il soggiorno dell'alunno all'improvviso e in modo unilaterale senza un precedente tentativo di mediazione;
  • tutti i dati personali relativi all'alunno siano trattati come riservati.

 

In caso di differenze inconciliabili tra la famiglia ospitante e l'alunno e laddove sia stato effettuato un tentativo di mediazione senza giungere a una soluzione accettabile, il docente referente può impegnarsi a cercare una sistemazione alternativa e nel caso al rimpatrio dell'alunno. In caso di rimpatrio, i costi del viaggio saranno a carico dei genitori dell'alunno.

 

Art. 9 - Norme di comportamento degli studenti ospitanti

L’USR Piemonte provvede a predisporre gli abbinamenti. Nell’abbinamento si dovrà tener conto, oltre che di eventuali affinità manifestate, anche di eventuali particolari esigenze (ad es. allergie ad animali domestici o a particolari situazioni ambientali).

Durante lo svolgimento dello scambio gli studenti ospitanti sono tenuti:

  • a facilitare l'inserimento dello studente ospitato nella propria scuola e nella propria famiglia;
  • al rispetto delle regole indicate dal presente Regolamento, da quello d'Istituto e dai docenti;
  • alla massima puntualità nel rispetto del corrispondente e dell’organizzazione in generale;
  • a rispettare gli orari per il proprio e altrui riposo al fine di fruire al massimo delle opportunità culturali offerte dallo scambio.

 

Eventuali episodi di violazione alle presenti norme di comportamento degli studenti saranno segnalate dai docenti e sarà compito del Consiglio di Classe prendere gli opportuni provvedimenti disciplinari.

Eventuali danni saranno risarciti dagli stessi allievi o in solido dalle famiglie.

 

 

Ruolo e compiti delle famiglie degli studenti ospitati

Le famiglie degli studenti ospitati sono tenute ad attenersi ad alcuni aspetti organizzativi fondamentali:

 

  • fornire agli studenti i documenti personali validi (documento di identità/passaporto; tessera sanitaria; certificati vaccinali) e verificarne il possesso al momento della partenza;
  • leggere attentamente, assieme ai propri figli, il regolamento di scambio e le norme in esso indicate;
  • consegnare tutta la documentazione richiesta dall’organizzazione entro i termini stabiliti;
  • sensibilizzare i figli a collaborare con tutti i soggetti coinvolti per la buona riuscita dello scambio rispettando orari, programmi, persone, cose e ambiente;
  • raggiungere telefonicamente i docenti referenti solamente in caso di reale e comprovata necessità.

 

Nell’eventualità che uno studente abbia problemi di salute, la famiglia degli studenti ospitati deve informare preventivamente la scuola riguardo all’assunzione di farmaci o diete da seguire, in modo che la stessa possa trasmettere l'informazione alle famiglie ospitanti. Nei casi più seri potrà essere richiesto il certificato medico che autorizzi la partecipazione all'attività, nella massima tutela della riservatezza dei dati.

 

L'uso di bevande alcoliche e di sostanze stupefacenti è regolamentato dalle leggi del paese ospitante e punibile con provvedimenti penali. Le famiglie degli studenti che si renderanno protagonisti di episodi sanzionabili per legge si impegnano a raggiungere immediatamente il proprio figlio.

 

Situazioni di particolare gravità o divenute incontrollabili potranno determinare l'immediata sospensione del soggiorno, se all'estero, o delle attività in programma, se in sede. Anche in questo caso le famiglie degli studenti si impegnano ad intervenire immediatamente.

 

 

Norme di comportamento degli studenti ospitati

Durante lo svolgimento dello scambio gli studenti ospitati sono tenuti:

  • a portare sempre con sé una copia del documento di riconoscimento, l’indirizzo completo e il numero di telefono della famiglia ospitante e del docente referente;
  • al rispetto delle regole indicate dall’accordo di rete e dal presente regolamento, dai docenti dell’istituto accogliente e dalla famiglia ospitante;
  • alla massima puntualità nel rispetto del gruppo, della famiglia ospitante e dell’organizzazione in generale;
  • al rispetto dell’ambiente inteso sia come paesaggio naturale che come strutture (sedi delle lezioni, mezzi di trasporto, …);
  • a mantenere nei confronti di chiunque un comportamento corretto e rispettoso;
  • a non allontanarsi e a non intraprendere iniziative personali senza l'autorizzazione della famiglia ospitante;
  • a partecipare a tutte le attività didattiche previste dal programma, sotto la direzione e la sorveglianza dei docenti referenti, senza assumere iniziative autonome;
  • a essere reperibile dal docente referente (italiano e francese);
  • rispettare gli orari per il proprio e altrui riposo al fine di fruire al massimo delle opportunità culturali offerte dallo scambio;
  • tenere presente che eventuali danni arrecati a persone o cose saranno addebitati al responsabile e considerare il danno di immagine che incidenti di questo tipo arrecano all'intera comunità scolastica.

 

Qualora uno studente, seppur per motivi indipendenti dalla sua volontà, fosse impedito a continuare l'esperienza dello scambio, saranno i genitori ad organizzarne il rientro, in accordo e con l’assistenza dei docenti referenti.

 

Si raccomanda inoltre agli studenti ospitati:

 

  • il massimo rispetto verso la famiglia ospitante e il luogo dove essa vive;
  • capacità di adattamento allo stile di vita della famiglia;
  • la partecipazione attiva a tutte le attività programmate;
  • di interagire attivamente con la scuola e la famiglia ospitante, al fine di ottimizzare la ricaduta dal punto di vista sociale e interculturale.

 

In caso di grave violazione delle norme da parte dell'alunno, la famiglia ospitante può chiedere l'immediata interruzione del soggiorno dell'alunno e richiedere che la scuola ospitante organizzi una sistemazione alternativa o il rimpatrio. In caso di rimpatrio, i costi del viaggio saranno a carico dei genitori dell'alunno.

 

Eventuali episodi di violazione alle presenti norme di comportamento degli studenti saranno segnalate dai docenti referenti e sarà compito del Consiglio di Classe prendere gli opportuni provvedimenti disciplinari.

Eventuali danni saranno risarciti tramite l’assicurazione RC danni contro terzi.