PER NON DIMENTICARE

Anche quest'anno la sede agraria ha dedicato alcuni minuti di riflessione alla commemorazione della Giornata della Memoria.

Sotto la guida delle professoresse Balbi e Crosetto, 5 allievi della 2C e della 3C del corso professionale hanno sfruttato il solito "palco" offerto dalle scale dell'atrio per leggere  alcuni documenti sulla figura di Piero Terracina, uno dei testimoni dell'Olocausto da poco scomparso. Intanto dei loro compagni, con un cartello appeso al collo, rappresentavano le "categorie" delle vittime nei lager: ebrei, omosessuali, zingari, politici.

La memoria ha senso solo se serve come impegno per il presente e per il futuro: per questo le ultime parole sono state rivolte agli studenti presenti perché si impegnino alla tolleranza e al rispetto delle diversità e delle minoranze. L'invito è stato accompagnato dall'"entrata in scena" di un gruppo di allievi che esponevano un cartello sulla schiena con le "etichette" dei nostri giorni, quelle che escludono, umiliano, feriscono: dal terrone al negro, dalla puttana al frocio, dal marocchino al tossico, dallo zingaro al disabile.


L'attività, che ha coinvolto tutta la scuola, è stata replicata due volte: alla fine del primo intervallo per il triennio,

alla fine del secondo per il biennio, in entrambi i casi seguita da un minuto di silenzio molto toccante.  

Teacher Assistant Benvenuto Joe! Benvenuto Joe! Joe Ryan proviene da Los Angeles, Califo...
PER NON DIMENTICARE Anche quest'anno la sede agraria ha dedicato alcuni minuti di riflessione alla commemorazione della Giornata della Memoria. Sotto la guida delle professoresse Balbi e...
PROGETTO SAMBA SUSTAINABLE MOBILITY BEHAVIOURS IN THE ALPINE REGION CONSENSO TRATTAMENTO DATI MINORI Applicazione MUV - Informativa e Condizioni   informazioni sul progetto La mobilità a basse emissioni di carbonio non è...
You must have the Adobe Flash Player installed to view this player.